-->
HOME PAGE | CHI SONO | AUDIOCORSO | CONSULENZE | CONTATTI | PRIVACY e CONDIZIONI D'USO

VUOI CONQUISTARE UNA DONNA?
ALLORA BASTA STRONZATE SULLA SEDUZIONE.

Ciao, benvenuto, etc, vengo al dunque: questo è su un sito sulla seduzione ben differente da tutti gli altri; il perché lo capirai facilmente se segui i miei 2 consigli...
 
1° CONSIGLIO: Scorri in basso e leggi tutti gli articoli del blog, dove NON troverai patetici trucchetti di flirting e pseudo-motivazione scopiazzati dai siti americani, ma concetti chiave per avere successo con le donne iniziando a cambiare il tuo atteggiamento e le tue azioni non domani, ma da adesso.

2° CONSIGLIO: Sarica l'Audioguida "Cosa devi sapere se vuoi fidanzarti" compilando il modulo che vedi qui a destra; mettendola in pratica e seguendo la newsletter ComeSedurre, presto ti accorgerai di aver raggiunto facilmente i seguenti risultati:

  Avrai iniziato a "cambiare pelle" per una trasformazione in "seduttore naturale"
     
  Avrai spostato la tua attenzione dalla fantasia alla realtà, unico luogo in cui devi agire se vuoi avere successo;
     
  Scoprirai che è normale trovarsi nella situazione in cui "più sei te stesso, più hai successo con le donne".

Quanto costa quest'audio-guida? Nulla. È gratis!

Approfittane subito: compila il form qui sotto e riceverai il link per scaricare l'Mp3 "Cosa devi sapere se vuoi fidanzarti" e la newsletter ComeSedurre con preziosi consigli. Inserisci la tua email, premi il pulsante di invio E BUON ASCOLTO!
 


BLOG



Perché esistono le fidanzate immaginarie

Come sedurre una donna (non immaginaria!)
Ho saputo che nel 2003 è stato creato il sito www.imaginarygirlfriends.com. E esiste ancora nel momento in cui sto scrivendo questo articolo. L'ho visitato e mi è parso uno di quei siti cadavere riscaldato, ma sta di fatto che è ancora lì.

Di che si tratta?

Sigh. È un servizio offerto inizialmente da una singola ragazza, che poi ha trasformato il sito in un portale per far lavorare anche altre, e con lavorare intendo... fingersi la fidanzata di qualcuno. Farsi pagare un tanto al mese per inviare al cliente messaggini, email, fotografie, in modo da ottenere un certo status agli occhi di parenti e amici.

Ora... a parte che i tuoi amici e i tuoi parenti, non vedendo MAI la tua fidanzata dal vivo (perché non sono previsti incontri) prima o poi si chiederanno perché, e a parte il fatto che già dall'inizio qualcuno un po' più sveglio potrebbe leggerti negli occhi la verità... a parte questi piccoli particolari, perché parlo di questo strambo servizio in questo blog dedicato alla seduzione?

Ne parlo perché ok, lo so che tu non sei così stupido da pagare X euro al mese per far finta di essere fidanzato (giusto?)... ma il fatto che questo servizio abbia avuto (almeno inizialmente) tantissimi clienti è uno dei segni a dimostrazione che tante persone, e non mi stupirei se fra queste ci fossi anche tu, danno alla fidanzata anche una funzione di mantenimento della propria buona reputazione.

Se ti ritrovi in questo modo di pensare, anche solo un pochino, sussiste un problema doppio:

- hai un problema tu, che imposti la tua vita e le tue relazioni (con la tua futura possibile fidanzata e con parenti e amici) in un modo assolutamente malato

- hanno un problema le donne che potresti incontrare, perché più o meno consciamente potresti in futuro non lasciare la tua fidanzata nonostante i vostri insormontabili problemi, guidato dalla paura di rimanere solo, convinto che lei è sempre meglio che nulla. E lei potrebbe soffrirne, in totale, molto più in questo modo che se tu la lasciassi. Irresponsabile.

Potrebbe allora esserti utili sapere che le equivalenze

"ragazzo con la fidanzata = ganzo"
e
"ragazzo senza fidanzata = povero fallito"

sono plausibili fino ai 15 anni di età.

Non nel senso che prima di quell'età sono vere, eh. Sono stupide comunque. Ho detto "sono plausibili" nel senso che sono comprensibili, in quanto si può accettare che dei ragazzini siano immaturi (anche se mi piacerebbe che ci fosse un apparato educativo che parla loro delle relazioni, ma è un discorso troppo lungo da fare qui).

Se sei adulto e hai ancora sprazzi di immaturità adolescenziale come quello della fidanzata-fiore all'occhiello, ti consiglio caldamente di fare qualcosa per crescere, e che ti è sicuramente indispensabile per avere una relazione sana con una donna in futuro.

Un esempio è ascoltare l'audiocorso Psicoperformance della Seduzione. Puoi vedere di che si tratta visitando questa pagina.

Far ridere una donna per conquistarla? Uhm...

No, non devi essere per forza un cabarettista per conquistare una donna. Anzi, se non lo sei di natura, NON FARLO. Lo so che molte donne dicono "Mi piace perché mi mette a mio agio, principalmente mi fa ridere", ma non è questo principalmente che le seduce. Non può essere.

È possibile che lei si innamori di un uomo che riesce a farla sentire bene in un momento di difficoltà, e questo grazie ANCHE a battute spiritose. Ma le battute, anche se divertentissime, di per sé certo non sono tutto. E non mi riferisco solo al fatto che non basta copiare da libri o siti di barzellette, e che queste vanno sapute raccontare. Mi riferisco soprattutto all'atmosfera di comprensione che crei quando sei con lei. Devi farla sentire capita. E come fai a farla sentire capita? Devi capirla davvero. Il resto viene abbastanza da sé. Capirla davvero ed essere interessato davvero ai suoi problemi e alle sue passioni. Del resto, se non è così, perché stai tentando di conquistarla?

Insomma, coltiva l'empatia, e fai in modo che questa venga prima dell'attrazione nei suoi confronti da un punto di vista sessuale. O almeno a pari merito :)

Come diventare empatico? Secondo me è sufficiente volerlo. Se lei ti interessa come persona, l'empatia scatta da sé.

Magari hai solo bisogno di mettere a tacere quella voglia di metterle le mani addosso che rischia di rovinare tutto, e una volta eliminato questo problema (tipica reazione per le frustrazioni passate) tutto potrebbe essere in discesa per una completa sintonia... sempre che siate fatti l'uno per l'altra (e io voglio che tu NON la conquisti se non siete fatti l'una per l'altra, e anche se non lo sai, ti informo che no, non lo vuoi neanche tu, fidati).

È uno dei traguardi che puoi raggiungere quando hai quella che più volte ho chiamato maturità emozionale... Se vuoi averla, non aspettare ancora: acquista l'audiocorso Psicoperformance della Seduzione.

Oppure, se sei nuovo, iscriviti alla newsletter compilando il form qui sotto. Come primo messaggio, fra l'altro, avrai l'audio-guida gratuita "Cosa devi sapere se vuoi fidanzarti".
Inserisci la tua email nello spazio qui sotto e clicca su "Accedi".

Come NON riconquistare l'ex: sperare in pietà e senso di colpa

Riconquistare l'ex-fidanzata col senso di colpa? No.
Sì, hai già capito tutto dal titolo. E magari stai pensando che lo sapevi già da prima. E allora perché l'hai fatto? Ammettilo. L'hai fatto almeno una volta. Perché? Perché hai avuto anche tu l'intenzione di far sentire in colpa la ragazza che ti ha lasciato, e a ogni occasione non hai mancato di mandarle una sorta di "frecciatina" che le potesse comunicare quanto è cattiva e quanto tu stia soffrendo?

Diciamo che è la reazione naturale di un maschio che sta male (non escludo che valga anche a ruoli invertiti, ma questo è un blog dedicato ai maschi e si parla di come sedurre una donna o riconquistarla).
È la reazione naturale del maschio che sta male, nel senso che quando un animale o un uomo stanno male sono portati a diventare anche violenti per ridurre il loro dolore. E in questo caso si tratta di violenza psicologica, che tu forse ti senti in diritto di usare, camuffando il tutto da opinioni e considerazioni etiche.

VIOLENZA. Ecco cos'è.

Mica ti ha lasciato per farti un dispetto. Avrà le sue buone ragioni. O cattive ragioni. Ma pur sempre ragioni sono.
O forse secondo te ti ha lasciato per un motivo assurdo, e quindi è una matta. Sì, capisco che per te possa essere assurdo quel motivo, ma nella testa di lei ha una logica. Una logica magari autolesionista, rinunciataria, imbecille, chiamala come vuoi. Magari se sento il tuo racconto penso "Ah. Allora è proprio scema".

Solo che... è la sua scelta. Fine.

Lo so, ti manda in bestia il fatto che lei è scema solo su questo aspetto, per il resto era perfetta. E che cavolo, proprio su questo doveva essere scema? Con tutte le cose che poteva scegliere. Che so, tifare per la squadra di calcio sbagliata. Preferire il mare alla montagna quando è chiaro che la montagna è 10 volte meglio. Usare l'espressione "piuttosto che" come disgiuntivo quando significa esclusivamente "invece che".
Oddio, quest'ultimo difetto sarebbe stato odioso quanto lasciarti, secondo me. Ma insomma ci siamo capiti. È una donna perfetta o quasi, ma quest'errore proprio non si sopporta: un errore che sottrae valore a due vite: la tua e la sua. Sì, perché se lei avesse deciso di rimanere per sempre con te sareste stati felicissimi insieme. Era tutto così perfetto.

Giusto?

NO. SBAGLIATO.
ALTRIMENTI NON SE NE SAREBBE ANDATA.

Ragazzo caro, metti da parte il tuo voler aver per forza ragione. Anzi, diciamo: hai ragione. Però metti da parte la tua intenzione di agire come un rullo compressore per il fatto che hai ragione, perché alora sì che hai torto. Hai torto perché stai andando contro un dato di fatto.
Ti stai comportando come quando eri da solo in casa, non trovavi la chiavetta USB che nessuno poteva aver spostato e continui a ripetere: "Eppure l'avevo lasciata qui". No, non l'avevi lasciata qui la chiavetta USB. Se no ci sarebbe. Fra la tua opinione e l'opinione della realtà, non offenderti, ma è più facile che abbia ragione la realtà. Se lei ti ha lasciato, la realtà è che quando stava con te aveva un disagio. Non sto dicendo che la colpa sia tua. Dici che lasciarti non è un buon modo per risolvere quel problema? Eh. In tal caso, se si accorgerà di questo, una volta che il suo problema sarà risolto vorrà dire che tornerete insieme.

Come dici? Volevi aiutarla tu a risolvere quel problema?

No. Non potevi farlo. Lo so che tu hai i migliori strumenti di coaching di questo mondo, che sai farla ragionare, ridere, e prendere le decisioni giuste in ogni campo. Ma non avrebbe funzionato. Non è il tuo ruolo, e se fai così rischi di sfrondare il vostro rapporto che allora sì rimarrà sicuramente diviso anche quando il suo problema sarà risolto. Dammi retta. Il massimo che puoi fare è mandarla da uno bravo, tipo me (però non ti garantisco che la convincerò a tornare da te, perché in questo articolo fin ora abbiamo dato per scontato che tu abbia ragione, cosa che nella vostra fattispecie potrebbe non essere).

Tutto questo per dirti che se non ci credo al 100% io, che lei ha fatto un vero e proprio errore, figurati se ci crede lei. O comunque diciamo: ...figurati se è in grado di capirlo lei. Sai bene che ognuno crede a quello che ritiene comodo credere, almeno per il momento, no? Quindi smetti di far polemica. E se ti chiede "come stai", non appigliarti alla mini-soddisfazione di poterle almeno dire "uno schifo" o "malino". Non funziona. Lo sai che non funziona, il tuo cervello lo sa, ma un po' la tendenza a fare la vittima ce l'hai lo stesso. Ecco, spazzala via. Ogni volta che ti becchi a usare questa leva, datti una scrollata e smettila subito.

E a maggior ragione, evita di farle notare il suo errore. Perché i casi sono due:
- La fai arrabbiare
- La fai intristire, perché magari si rende conto di avere "torto" a livello razionale ma a livello emotivo è portata a stare lontano da te. Bravo, l'hai fatta sentire in colpa. Credi che questo servirà? Servirà solo ad associarti ancora di più a un'esperienza spiacevole, quindi oltre che precluderti la possibilità di tornare assieme a lei da subito, stai anche abbassando le probabilità che questo accada fra qualche tempo (ma anche ammesso e non concesso che questo metodo matto funzioni... sei proprio sicuro di volere una donna che sta con te per pietà o senso di colpa? Suvvia...).

Tutte queste tendenze vittimistico-polemiche non le avresti se avessi raggiunto una certa maturità emozionale. E anche questa cosa che ti sto dicendo la sai già. Te la devo ripetere, ma la sai già. Perché di sicuro sai che altri uomini di solito non si comportano come te e accettano quello che sta succedendo. Hanno più successo di te, pur facendo meno. E tu vorresti fare lo stesso, ma non ci riesci. Non ti puoi rilassare, devi per forza smanaccare in qualche modo per ottenere un risultato. Ecco. L'audiocorso Psicoperformance della Seduzione l'ho creato proprio per quelli come te. Acquistalo a questa pagina e fai il primo importante passo verso quella maturità emozionale che conferisce il cosiddetto fascino a un essere umano maschio.

Se invece preferisci iniziare da un audio gratuito, ascolta l'audio-guida "Cosa devi sapere se vuoi fidanzarti". Ricevi il link per scaricarlo pochi secondi dopo la tua iscrizione alla mailing list ComeSedurre. Dunque inserisci la tua email nel form qui sotto e clicca su "Accedi" ! Buon ascolto e buon apprendimento.