-->
HOME PAGE | CHI SONO | AUDIOCORSO | CONSULENZE | CONTATTI | PRIVACY e CONDIZIONI D'USO

Che bello avere tante donne!

Lo stereotipo del ragazzo che ci sa fare con le donne: cambiarne una ogni settimana. Bello, no?

NO.

Chi cambia o vorrebbe cambiare spesso ragazza credendo che questo significhi avere successo con le donne secondo me è un folle.

Dietro questo atteggiamento si nasconde non uno spirito di avventura com'è nell'immaginario collettivo, ma uno spirito rinunciatario. Infatti se un uomo cambia ragazza significa che ha sbagliato qualcosa quando ha creduto che potesse piacergli. E non mi venga a raccontare che l'ha cambiata perché "Gli piace cambiare, altrimenti la stessa donna per troppo tempo gli viene a noia": la verità è che non si finisce mai di conoscere una persona, e chi ci rinuncia dopo pochi giorni o mesi significa che non era adatta a lui fin dall'inizio e se n'è accorto solo nel momento in cui ha deciso di concludere quella relazione (sempre che l'abbia deciso lui).
Anche se è pronto a giurare che lui è "un duro", il momento in cui vuole cambiare ragazza non si può paragonare tanto a un gioioso momento in cui si cambia automobile con lo scopo di comprarne una che si ritiene più bella, quanto al difficoltoso e non auspicabile momento in cui si è costretti a cambiarla perché quella di adesso non funziona più.
Mirare a una vita o condurre una vita in cui si cambia donna spesso significa cercare stupidamente un gran numero di delusioni, tante quante sono le ragazze che si avranno. Perché se la ragazza con cui stai ti piace veramente, non c'è motivo di lasciarla e di pensare a un'altra.

Dopo aver suggerito questo pensiero a un maschio che ha la fissa di cambiar donna spesso, è probabile che la risposta sia "Hai ragione, ma il fatto è che non esiste una donna che vada completamente bene per me per un rapporto a lungo termine"...

Questo significa fare di tutta l'erba un fascio. E' un po' lo stesso quando un ragazzo dice "Le donne sono tutte... [e qui un aggettivo che varia a seconda del motivo per cui l'ultima donna l'ha deluso]".

Per smontare questa generalizzazione sarebbe allora sufficiente chiedere "Ah, nessuna donna va bene per te? Neanche la tua attrice o modella preferita?".
Ecco che a questo punto salta fuori il vero pensiero dell'uomo che ha rinunciato ad avere una relazione a lungo termine. Se fosse sincero fino in fondo, il "duro" confesserebbe:

"Non sono abbastanza bravo da sedurre una donna che vada veramente bene per me".

Oppure

"La donna adatta a me magari esiste ma chissà dov'è, ed è improbabile che io la incontri"

Se un uomo ha, più o meno consciamente, convinzioni del genere, significa che ha la tendenza a forzare l'andamento della propria storia personale proprio in quella direzione. Nella direzione di confermarle.

In realtà un ragazzo del genere sta SPERANDO di non incontrare una donna adatta a lui, che lo farebbe felice per sempre. Perché se la incontra, ha paura di non essere all'altezza.

Cambiare tanto per cambiare è assurdo. Si ha voglia di cambiare quando c'è un motivo per farlo, ad esempio la propria donna ci fa mancare qualcosa. E può accadere.
Ma partire dicendo che succederà (e in fondo in fondo sperare che succeda) è segno di un pessimismo che non aiuta certo nelle relazioni. Né in quelle lunghe, né in quelle brevi.

Alcuni rapporti si deteriorano fin da poco dopo il loro inizio perché lui ha il panico di "sentirsi legato". Non capisce che, nel momento in cui vuole andarsene, è libero di farlo. E nel momento in cui c'è un conflitto di valori, si può discuterne e semplicemente valutare se si è compatibili e quindi capire se è lecito rimanere insieme oppure no.

Sia che tu voglia una relazione a lungo termine, sia che tu non sia ancora sicuro di volerla nonostante ciò che hai appena letto, ti sarà comunque d’aiuto nell’approccio col sesso femminile ascoltare l’audio gratuito “Cosa devi sapere se vuoi fidanzarti”. Se vuoi scaricarlo, compila il form qui sotto: inserisci la tua email e clicca su "Accedi" !