-->
HOME PAGE | CHI SONO | AUDIOCORSO | CONSULENZE | CONTATTI | PRIVACY e CONDIZIONI D'USO

È infastidita dal tuo approccio? Non è detto che ce l'abbia con te

Come approcciare una donna? Uno degli argomenti più ostici. Tanto che neanche io ne parlo tanto volentieri, perché... so che è odioso sentirselo dire quando vorresti imparare qualcosa, ma... DIPENDE.
Dipende da quanti anni avete, dipende dal fatto che tu sia del posto o forestiero, dal fatto che sia del posto o forestiera lei, dal fatto che lei abiti in una grande città o un piccolo paesino, etc.

Ma come dicevo, non parlo volentieri di questo argomento, anche perché io nella maggior parte dei casi ti suggerisco di trovarti la tua donna senza alcun bisogno di un arrembaggio-presentazione o avvicinamento pseudo-amicale da fare mentre tieni in bocca un aspiratore di bava preso in prestito al tuo amico dentista (poi gli darà una sciaquata e lo riuserà per i suoi prossimi pazienti).

Però ok, niente regole rigide: se un giorno hai voglia di farlo e ti pare la cosa più naturale del mondo, approccia pure romanticamente o scherzzeggiosamente. Nessuno è mai morto per questo (oddio... a dir la verità sì, diverse persone sono morte per questo... ma se contiamo il numero di approcci che vengono fatti in Italia ogni giorno si può dire che il rischio di perdere la via sia piuttosto basso).

...Dicevo: mettiamo che in qualche modo tu abbia approcciato una ragazza, che tu l'abbia fatto in maniera accettabile e senza eccessive cadute di stile. Tipo che nel farle piedino sei salito col tuo piede non oltre il terzo distale della sua coscia. E nonostante la tua accettabilissima e assolutamente legittima avance, metti che lei si imbufalisce, o si stizzisce, o diventa fredda con te, o comunque vieni a sapere più tardi da una conoscenza comune che il tuo provarci le ha dato fastidio.
Oh Santa Caterina. Che hai fatto? Eppure non ti sembrava una ragazza così stupida; era anche simpatica. Quindi la colpa dev'essere tua. Ti senti un cretino, un suicida sociale, uno che capice le cose troppo tardi.

Sai, non è escluso.
Però non è neanche detto.

Considera sempre che la tua avance, magari non degna di un super-seduttore ma neanche meritevole delle peggio infamie, per qualche motivo sia andata a toccare un qualche tasto dolente relativo a una sua spiacevole esperienza passata.
Ricorda, ricorda, ricorda sempre!!! Le donne hanno un passato. E che passato, talvolta. Da spararsi. Forse ha tentato davvero e sbagliando mira a colpito sua madre, peggiorando ulteriormente la propria posizione. A volte glielo leggi in faccia. A volte si tratta di ragazze che sono state forti e hanno reagito, e si sono evolute comunque superando quell'ostacolo... che però, quando torna a farsi ricordare, torna a farle male e a suscitare una reazione inaspettata.

Quindi se hai deciso di essere un pokino audace nel provarci con una donna e nello scherzare con lei e hai ottenuto una brutta reazione, è sì giusto fare autocritica e pensare a come avresti potuto meglio agire (o non agire)... e al tempo stesso, se la sua reazione ti sembra sproporzionata o addirittura completamente fuori luogo, sappi che quella "non è roba tua". È "roba sua". E se tu ti senti a disagio per quello che è successo, probabilmente il disagio di lei è molto più grande, e non per colpa tua.

Chissà... magari quando si calma (e senza interromperla mentre sta facendo un'altra cosa) potresti trovare il coraggio di parlarle, di chiederle scusa (non starebbe a te chiederle scusa, ma è appunto un modo per farti magari rispondere "no, scusami tu") e dirle che ripensando a ciò che hai fatto e alla sua reazione ti è venuto in mente che forse le hai ricordato una situazione ben più brutta del suo passato in cui tu non c'entri nulla. A questo punto potrebbbe mandarti al diavolo. Oppure potrebbe iniziare un buon dialogo di riconciliazione in cui tu mostri di capirla. Può essere.

In ogni caso, accada quel che accada, ricorda che molte donne tendono proverbialmente a dare la colpa agli uomini di tutte le sventure che accadono loro... In qualche caso è vero, solo che magari con quel colpevole uomo (o quei colpevoli uomini) tu non c'entri nulla. Quindi vai sereno.

Può darsi che io ti abbia appena detto qualcosa che già grosso modo sapevi, ma che questa lettura ha utilmente contribuito a consolidare per tranquillizzarti. In tal caso sappi che oltre ai vari assaggini di !consapevolezza seduttiva! come questo, esiste un audiocorso che ti fa un'iniezione da 1,8 litri (centigradi) di maturità emozionale. Quella che serve ad assumere lo stesso atteggiamento dei seduttori naturali. Si chiama Psicoperformance della Seduzione, e puoi acquistarlo a questa pagina. Se invece preferisci iniziare da un Mp3 gratuito, scarica l'audio-guida "Cosa devi sapere se vuoi fidanzarti". Il link per scaricarlo lo ricevi immediatamente dopo esserti iscritto alla newsletter ComeSedurre: inserisci il tuo indirizzo email nel form qui sotto e clicca su "Accedi"!