-->
HOME PAGE | CHI SONO | AUDIOCORSO | CONSULENZE | CONTATTI | PRIVACY e CONDIZIONI D'USO

Come abbordare una donna? NON LA ABBORDI.

Guarda questo video. È stato realizzato a New York dallo staff di Hollaback, un'associazione no profit internazionale (qui la pagina italiana) che ha lo scopo di combattere le molestie per strada. Mostra quante volte e in che modo una ragazza (neanche stra-bella, né vestita in maniera provocante) è stata approcciata da uomini con scopi evidentemente sessuali, talvolta anche in maniera insistente.



La pagina YouTube di questo video è stata commentata da uomini e donne. Alcuni uomini hanno fatto commenti del tipo:

"Beh, erano solo complimenti; perché chiamarle molestie?"

Siccome ho paura che questo tipo di osservazione possa essere fatta anche da te che mi stai leggendo (altrimenti meglio così), se davvero è così difficile capirlo, te lo spiego io.

Hai presente quando un accattone appiccicoso o piagnucoloso ti chiede l'elemosina o un venditore ambulante ti approccia, o un impiegato di un call center ti chiama mentre stai mangiando oppure stai facendo qualsiasi altra cosa che consideri migliore di stare al telefono con un callcenterista (tipo anche nulla)? Ti importuna. E importunare (già cosa non bella) dopo un po' significa molestare (cosa molto brutta, e che indispone anche la persona nei confronti di chi incontrerà successivamente). Non importa se tu l'abbia fatto una volta sola. Come precedenti contano gli altri che l'hanno fatto prima di te. Se un bambino viene preso in giro bonariamente una volta da un compagno di classe, si può parlare di scherzo; se però 20 compagni di classe, una volta a testa, durante la giornata, gli fanno la stessa battuta o lo stesso scherzo, allora si può parlare di molestia. Quindi, come l'operatore di un call center dovrebbe sapere che sta ri-ri-ri-importunando una persona anche se è la prima volta che ci parla, e quindi la sta molestando dato che la cosa accade continuamente per via di altri operatori, il maschietto allupato dovrebbe essere ben a conoscenza del fatto che una bella ragazza (anzi, una ragazza anche di bellezza media) ha avuto e probabilmente avrà tante altre persone che l'hanno importunata, e quindi approcciarla già significa molestarla.

Capito perché spesso le donne sono arrabbiate (o comunque guardinghe) anche se non è successo loro nulla di particolarmente spiacevole? Non è colpa tua? Ok. E non è neanche colpa loro.

Cosa cercano di fare molti insegnanti di seduzione?

Cercano di insegnarti l'approccio col quale ti distingui dagli altri (anzi, ti dicono semplicemente "vai e fai un approccio originale").

MA IL PROBLEMA NON È L'ORIGINALITÁ DELL'APPROCCIO. IL PROBLEMA È L'APPROCCIO.

È inutile che tu mi offra il cibo più buono di questo mondo se in questo momento non ho fame (perché ho lo stomaco pieno, perché ho l'influenza, perché sono in ramadam, o per tutti i motivi che fra l'altro non puoi avere la presunzione di capire e di giudicare). La sola idea di assaggiarlo mi dà il voltastomaco. Non perché tu non sia un bravo cuoco. Non perché tu sia brutto. Non perché tu sia antipatico. È che non ho fame, diamine. Veramente sei interessato a che io assaggi i tuoi cibi? Attendi che io sia predisposto a mangiare. E se mi becchi per caso in un momento in cui ho fame, devi sperare che la tua offerta non sia ugualmente rifiutata perché non mi voglio rovinare il pranzo con gli amici che ho già fissato.

Ma allora cosa deve fare un aspirante seduttore, se non può approcciare?

Per favore. PER FAVORE.

Che c'entra l'approccio con la seduzione? Ci può stare, ma non è certo un pilastro fondamentale. Chiedi a 100 persone felicemente fidanzate, e vedi quanti maschi della coppia ti racconteranno di aver conosciuto la loro donna fermandola per strada o approcciandola in discoteca. Forse due. Ma due mi sembra già troppo. Credo uno, o forse neanche quello. E il popolo del web in cerca della donna da sedurre continua a navigare poer vedere come si abborda una donna. Tipo pirata.

Non si abborda una donna. La si approccia. In un certo modo, e a determinate condizioni. Non lo sai?

Allora inizia dal tuo atteggiamento. Altrimenti è tutto inutile. Vuoi avere il migliore atteggiamento possibile che ti consente di essere uno di quei 100 uomini di cui sopra? Uno di quelli che non ha frequentato nessun corso di seduzione eppure è felicemente fidanzato? Torna ad essere te stesso e liberati di quello che ti hanno insegnato fin ora. Magari tu di un corso di sesuzione hai bisogno... a patto però che non contenga trucchetti, ma nozioni base sul tuo atteggiamento che ti riportino al tuo stato naturale, quando certi retaggi che spingono i ragazzi al fallimento non erano installati nella tua testa.
Se vuoi raggiungere questo risultato, è in vendita su questo sito Psicoperformance della Seduzione. Se invece vuoi cominciare da un audio gratuito, comincia da "Cosa devi sapere se vuoi fidanzarti" e la newsletter ComeSedurre. Per avere entrambi, inserisci il tuo indirizzo email nel form qui sotto e clicca su "invia".