-->
HOME PAGE | CHI SONO | AUDIOCORSO | CONSULENZE | CONTATTI | PRIVACY e CONDIZIONI D'USO

Va bene aiutare una ragazza che vuoi sedurre?

Come conquistare una ragazza
Dopo aver ricevuto un messaggio della mia newsletter (a proposito: se non l'hai già fatto iscriviti compilando uno dei form che vedi in questa pagina!), un ragazzo mi ha chiesto

"Ciao Marco. Una curiosità; perché se un fidanzato dovesse cercare di risolvere qualche problema della sua fidanzata si creerebbe un danno?"

Nel mio messaggio in newsletter a cui il lettore si riferiva parlavo del ruolo che un fidanzato o aspirante tale deve avere nei confronti della ragazza che vuole sedurre o con cui sta insieme da poco. E cioè, per riassumere:

Vuoi essere il suo fidanzato
--> Fai il fidanzato

Vuoi essere il suo
sostituto del padre / psicologo / psicopterapeuta / life coach
--> Fai queste cose e non fare il fidanzato

Dire "se cerchi di risolvere un problema della tua fidanzata fai danno" è certamente esagerato.

Dico però che in una coppia sana, così come in una qualsiasi relazione sana di altro tipo, i ruoli sono chiari.
Una persona che risolve un grosso problema di una donna, di fatto si pone al di sopra di questa donna. È in una posizione "gerarchicamente superiore", a meno che non si tratti di un aiuto dato una tantum e la soluzione del problema venga raggiunta in breve tempo, o a meno che non si tratti di un aiuto dato a lei con la stessa frequenza con cui lei lo dà a lui.

Questo è un concetto che puoi capire anche istintivamente immaginando cosa le verrebbe da dire se ti presentasse a un'amica intima.

Se le viene di presentarti dicendo qualcosa come:

"Ti presento XXXX, il mio fidanzato, un uomo meraviglioso che mi ha anche tanto aiutato in situazioni difficili"

allora può andare bene.

Diversi è se le viene di presentarti dicendo qualcosa come:

"Ti presento XXXX, il mio fidanzato... che mi ha fatto anche un po' da padre e da psicoterapeuta"

Insomma, se il tuo ruolo come padre, psicoterapeuta, o altro che riguardi la crescita personale arriva ad essere decisamente netto per lei, allora la vostra relazione è sbilanciata, e il collante che vi tiene insieme non è detto che sia un collante sano.
E, te lo garantisco, a causa di questo prima o poi si verificherà un problema. Non è un'opinione mia, ma il risultato di quanto osservato da Bert Hellinger, ideatore delle Costellazioni Familiari, una metodica di evoluzione personale che tratta il cosiddetto aspetto sistemico delle relazioni.

...Aspetto sistemico che sarebbe troppo lungo spiegare qui e che - te ne do un piccolo anticipo - individua tra l'altro una influenza fra legami della propria famiglia di origine e vita relazionale. In altre parole, grazie alle Costellazioni Familiari puoi capire se c'è un "disordine energetico" che riguarda i tuoi parenti e che influiva sulle tue relazioni senza che tu te ne potessi rendere conto col ricorso ad un'analisi introspettiva autonoma o con gli strumenti della psicologia.

A proposito, sabato 17 settembre ci sarà un seminario tenuto dalla mia cara amica e collega Anna Lise a Parma e un seminario tenuto da un'altra mia cara amica e collega, Lisa, a Merano. Clicca qui per maggiori informazioni sulle Costellazioni e sui seminari.